Standard

Storie da non dimenticare…

Ex UAGDC

Molti sicuramente ricorderanno cosa accadde l’11 novembre del 1981 a Fasano. E’ uno dei femminicidi più terribili degli ultimi trent’anni quello della quattordicenne Palmina Martinelli,  sesta di undici figli,  piena di tanti sogni che però ha dovuto abbandonare gli studi in quarta elementare perché doveva badare ai suoi fratelli minori, come era usanza per le femmine in alcuni contesti del Sud.

Il suo corpicino bruciava ancora quando il fratello Antonio rincasava quel pomeriggio. Cercava di spegnere le fiamme ma purtroppo per una strana coincidenza l’acqua al paese mancava. Presso il Centro Grandi Ustionati del policlinico di Bari, dove fu trasportata per ustioni gravissime in 70% del corpo completamente sfigurato dalle fiamme, Palmina Martinelli con un filo di voce rilasciò le sue ultime dichiarazioni alla presenza del pubblico ministero Nicola Magrone e del dott. Tommaso Fiore, responsabile del centro. Le sue parole vennero trascritte a verbale e registrate anche…

View original post 982 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...